FESTEN. IL GIOCO DELLA VERITÀ

18-27 giugno 2021

Un evento teatrale potente, denso, saturo, sconvolgente, vero.
P. Pini, Corriere dello Spettacolo

La costruzione tecnica di questo Festen rapisce per la sua acutezza e precisione, per l’originalità nell’utilizzo di strumenti spesso banalizzati e adoperati solo per moda. E insieme l’irruenza drammaturgica e interpretativa lascia disarmati, quasi sconvolti, con addosso appicciate le risate sguaiate, le urla, le botte, le disperazioni.
«Sarà uno shock» preannuncia Christian prima della “rivoluzione”. Sì, questo Festen è proprio uno shock”
I. Ambrosio, PaneAcquaCulture
Una pièce da vedere e rivedere per assaporare ogni dettaglio, ogni microstoria, ogni invenzione e godere della bravura di un cast eccezionale e di una regia che, come sempre con Marco Lorenzi, lascia il segno.
A. M. Vai, Teatrionline

ORARIO SPETTACOLI
mar-sab ore 20.30
domenica 20 giugno ore 15.45
dom ore 17.00
Durata 2 ore senza intervallo

 

Tratto dall’omonimo film del Premio Oscar 2021 Thomas Vinterberg, Festen racconta la storia di una grande famiglia dell’alta borghesia danese “i Klingenfeld” che si riunisce per festeggiare il sessantesimo compleanno del patriarca Helge. Alla festa sono presenti anche i tre figli: Christian, Michael e Helene. Il momento di svolta sarà il discorso di auguri del figlio maggiore Christian che una volta pronunciato cambierà per sempre gli equilibri familiari…
L’opera – che all’epoca vinse il Gran Premio della Giuria al 51º Festival di Cannes – scava all’interno dei tabù più scomodi, affrontando la nostra relazione con la figura paterna, la verità, il rapporto con il potere e l’autorità imposta. Impossibile non pensare ad Amleto, alla tragedia greca, ma anche all’universo favolistico dei Fratelli Grimm. Chi potrebbe mai tentare di rovesciare il mondo dei nostri padri?

 

 

DALLE NOTE DI REGIA

Festen ci ha fornito un incredibile materiale di ricerca e di sperimentazione del linguaggio. Ci siamo spinti verso un radicale uso drammaturgico della cinepresa per sfruttare la possibilità di costruire costantemente un doppio piano di realtà che riconsegnasse allo sguardo degli spettatori la condizione di scegliere tra quello che viene costruito sul palcoscenico e la “manipolazione” che l’occhio della telecamera rielabora in diretta e che viene proiettato.
Con un gigantesco piano-sequenza che lungo tutto lo spettacolo verrà girato stessi attori e proiettato davanti allo sguardo della platea, cerchiamo di amplificare, ironizzare, dissacrare e approfondire il senso delle domande di Festen. Quale è la verità? Cosa scegliamo di guardare? A cosa scegliamo di credere? Tutto questo fino a quando il sottile velo che divide la verità dalla sua immagine non cadrà, non scomparirà una volta per tutte, lasciando spazio al silenzio, al vuoto, alla meraviglia della presenza degli attori che hanno reso possibile questa “follia”; alla meraviglia dei loro corpi, alle loro vibrazioni più sottili e alle loro emozioni, alla realtà insostituibile della loro sincerità…

Marco Lorenzi

 

 

CREDITI

di Thomas VINTERBERG, Mogens Rukov & BO Hr. Hansen
Adattamento per il Teatro di David Eldridge
Prima produzione Marla Rubin Productions Ltd, a Londra

Per gentile concessione di Nordiska ApS, Copenhagen
Versione italiana e adattamento di Lorenzo De Iacovo e Marco Lorenzi
Con Danilo Nigrelli, Irene Ivaldi e (in ordine alfabetico) Roberta Calia, Yuri D’Agostino, Elio D’Alessandro, Roberta Lanave, Barbara Mazzi, Raffaele Musella, Angelo Tronca
Regia Marco Lorenzi
Assistente alla regia Noemi Grasso
Dramaturg Anne Hirth
Visual concept e video Eleonora Diana
Costumi Alessio Rosati
Sound designer Giorgio Tedesco
Luci Link-Boy (Eleonora Diana & Giorgio Tedesco)

Consulente musicale e vocal coach Bruno De Franceschi

Produzione TPE – Teatro Piemonte Europa, Elsinor Centro di Produzione Teatrale, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Solares Fondazione delle Arti

in collaborazione con Il Mulino di Amleto

 Ph Giuseppe Distefano

Spettacolo inserito in abbonamento Invito a Teatro

PREZZI
Intero 21 euro
Giovedì sera 17 euro
Convenzioni 17 euro
Over 65 / Under 14 10 euro
Under 26 15 euro
Teatro in Bici 15 euro
Gruppi scuola 9 euro
Prevendita e prenotazione 1 euro
Per prenotazione gruppi scuola scrivere a
ragazzi.fontana@elsinor.net

ARTICOLI CORRELATI

festival-segnali-teatro-fontana-spettacoli-prosa-rassegna-scuole-75

FESTIVAL SEGNALI

28 giugno – 1° luglio 2021
Promosso da Elsinor/Teatro Fontana e dal Teatro del Buratto, il Festival Segnali è un appuntamento storico e fondamentale per il teatro ragazzi italiano.

Leggi di più »